Digital, the dark side of the marketing: the budget.

Il problema maggiore per chi si deve districare nel fantastico mondo del digital è sempre lui: il budget.

Esatto, non è cambiato nulla l’unica domanda a cui devi rispondere è: come spendere il proprio budget?

Abbiamo la consapevolezza che possiamo misurare ed essere a conoscenza delle conversioni, insomma, sappiamo cosa stiamo spendendo e dove, mi auguro che almeno sul perché non vi servano consulenze esterne.

Oggi le competenze del mondo digital sono sempre più verticalizzate ed in continua evoluzione, dove il business non è solo visibilità (SEO, SEM, Social Media Marketing, etc), ma anche interazione, diffusione, dimensione della community ed engagement.

Insomma il digital funziona solo se i dati ce lo confermano ed è impossibile mentire: se il tuo cliente, acquista da te visualizzazioni o like, tu devi poterle garantire.Ma come fare a quantificare l’impatto delle nostre attività?
Bel dilemma. Spesso, le metriche fornite dai diversi social network si riducono al numero di follower, il numero di nuovi like, al numero di condivisioni e risulta anche difficile confrontarle per determinare l’efficacia della campagna.

metriche

Ecco allora venierci in soccorso le metriche, ovvero quelle regole condivise che determinano l’efficacia di un’azione:

    • La visibilità è senz’altro il primo passo per iniziare a comprendere come il nostro target ci percepisce.
    • Le interazioni, ovvero la reazione che riusciamo a generare attraverso i nostri contenuti on line.
    • La diffusione, la cosiddetta “viralizzazione”, o meglio la condivisione dei contenuti da parte degli utenti.
    • La dimensione della community, il numero di fan, follower, utenti che ci seguono sui social network.
    • L’engagement, la conversione in termini di (like, commenti e condivizioni) del lavoro quotidiano che ogni azienda, prodotto o profilo svolge sui diversi social network.

Leave a Reply